Come realizzare una vetrina di Abbigliamento uomo

2018-06-22T10:48:04+00:00 4 settembre 2017|

 

Consigli per allestire una vetrina d’abbigliamento maschile che catturi lo sguardo dei passanti e li inviti a scoprire le nostre proposte in negozio.

Si è soliti pensare che siano le donne le più avvezze allo shopping. Le vetrine diventano un’attraente richiamo e spesso finiscono per essere pensate e allestite solo per gli occhi del pubblico femminile, anche quando si tratta di capi d’abbigliamento maschile.

Lo shopping invece ha le sue regole e ben si accorda con delle scelte che puntano a catalizzare l’attenzione dello sguardo maschile. Consigli, spunti, abbinamenti di stile che possono far colpo da subito.

Proviamo qui a vedere come progettare una vetrina differente, che si distingua e comunichi anche all’uomo, il diretto destinatario dei modelli esposti.

  1. Che cosa vogliamo comunicare? Evidenziamo con attenzione il messaggio da trasmettere, quello che definisce il nostro negozio. Come vogliamo essere ricordati? Pensiamo a diventare un punto di riferimento per i nostri clienti.
  2. Definiamo delle linee moda, pensando ai capi presenti nel nostro punto vendita. Sportivo, casual, elegante… ogni momento del giorno, ogni occasione richiede il giusto abbinamento.
  3. Scelta. Concentriamoci nel fornire soluzioni ed idee. Il nostro obiettivo è dare spunti originali e in target con la nostra linea moda e con il pubblico maschile che abbiamo individuato.

Passiamo alla pratica: l’allestimento della nostra vetrina. È molto importante saper sfruttare tutto lo spazio a disposizione. Per questo motivo, sgomberiamo oggetti ed elementi appartenenti a precedenti allestimenti. Dobbiamo offrire la novità, in ogni suo dettaglio.

Se disponiamo di uno spazio che si sviluppa in lunghezza ipotizziamo di presentare più linee moda, altrimenti concentriamoci su un’unica scelta e lavoriamo con i dettagli.

Pensiamo all’uomo casual. Creiamo una proposta principale (un outfit casual da lavoro, ad esempio) che sarà al centro della nostra scenografia. Una camicia, un paio di pantaloni (non necessariamente blue jeans), un maglioncino di cotone… pensiamo ai dettagli, abbinando forme a colori. Senza esagerare.

La scena attorno va poi arricchita con altre suggestioni ad esempio una variante colore dello stesso maglioncino. Da adagiare su supporti “originali” come sgabelli, pouf o piccoli scaffali. Sono le nostre idee, i suggerimenti che nascono dalla nostra esperienza di venditore a convincere il passante che non ci conosce ad entrare.

Completiamo il nostro allestimento con altri oggetti che concretizzano la scena e fanno immedesimare il nostro pubblico. Una borsa da lavoro, un libro, piccoli dettagli di vita quotidiana che completano la nostra linea moda.

Quando abbiamo terminato, chiediamo anche il parere a qualcuno di fiducia. Confrontiamoci con chi non si è occupato dell’allestimento, per capire se abbiamo centrato il nostro obiettivo. E, per finire, alcuni scatti per la nostra pagina Facebook, per divulgare anche nei social il nostro lavoro, seguendo i consigli per pubblicare il post perfetto.

Date espressione alla vostra creatività. Buon lavoro!

 

Suggested photos:
https://unsplash.com/search/photos/shopping?photo=CJtNSIOicD0
https://unsplash.com/search/photos/shopping?photo=EMWgB-BTyh0
https://unsplash.com/search/photos/shopping?photo=oxBMKq7T9ls